Come fissare obiettivi molto ambiziosi

03 Febbraio 2020
Come fissare obiettivi molto ambiziosi

Se stai lavorando per diventare migliore, condurre una vita più sana, o per portare a termine un cambiamento, sarai solito sentirti dire da amici, famigliari e colleghi frasi del tipo :"pensa in grande" oppure "butta il cuore oltre l'ostacolo" .

Ma quando è davvero una buona idea fissare aspettative elevate per te stesso? E quando in realtà grandi obiettivi possono essere una vera palla al piede?

E forse ancora più importante: come puoi bilanciare l'ambizione di migliorare con l'obiettivo di rimanere felice?

Il potere delle alte aspettative

Alcuni anni fa, NPR Organitation ha pubblicato uno studio che spiega come le aspettative degli insegnanti possano alterare drasticamente il rendimento dei loro studenti. L'articolo riprende una famosa ricerca condotta da un professore di Harvard di nome Robert Rosenthal.

In questo studio, un gruppo di 18 insegnanti delle scuole elementari diede ai loro studenti un test speciale preparato dallo stesso Rosenthal. Il test avrebbe predetto quali bambini avrebbero visto salire il loro QI (quoziente intellettivo) negli anni successivi.

In realtà, non era affatto un test speciale ma semplicemente un normale test per misurare il QI; la peculiarità era che gli insegnanti non lo sapevano. Una volta elaborati i risultati, Rosenthal scelse un gruppo casuale di studenti da ogni classe e disse agli insegnanti che questi studenti erano i più "promettenti".

In realtà, non c'era niente di diverso in questi studenti dai loro coetanei.

Alcuni mesi dopo, agli studenti è stato dato un altro test QI. I risultati furono sorprendenti. Gli studenti che erano stati etichettati come "promettenti" (anche se all'inizio erano semplicemente studenti come gli altri) ottennero punteggi significativamente più alti nei test QI rispetto ai loro coetanei.

Perché è successo?

I ricercatori hanno scoperto che il miglioramento era dovuto al diverso modo in cui gli insegnanti trattavano gli studenti che si aspettavano fossero più bravi. Rispetto agli altri bambini della classe, i "promettenti" hanno ricevuto più feedback, gli è stato concesso più tempo per rispondere alle domande e in genere hanno ricevuto più sorrisi, cenni e gesti di approvazione dai loro insegnanti.

In altre parole, quando un insegnante ha trattato uno studente come se fosse destinato a diventare più intelligente (anche se all'inizio era nella media), lo studente è diventato più intelligente.

Cosa significa per te

Lo studio scolastico sopra menzionato rivela il potere che possono avere grandi aspettative sulla nostra vita.

Ma cosa succede se non sei abbastanza fortunato da essere scelto nel gruppo "promettenti"? Sei destinato alla mediocrità?

Per fortuna no.

Infatti, c'erano altri due risultati interessanti nello studio. Il primo è che tutti gli studenti nelle aule sono migliorati ed il gruppo dei "promettenti" è migliorato di più. Quindi è certo vero che il supporto degli altri ti aiuta a migliorarti ma puoi comunque farcela anche da solo.

La seconda constatazione è che le grandi aspettative dell'insegnante hanno fatto una grande differenza per i giovani studenti, ma non per quelli più grandi. Le elevate aspettative degli insegnanti non hanno avuto effetti significativi sugli studenti delle classi più "anziane".

In altre parole, con l'età, le aspettative che gli altri hanno per te diventano meno importanti mentre le aspettative che hai per te stesso lo sono molto di più. Dal momento che non ci sono molti studenti delle elementari che leggono questo blog, immagino che tu sia in questo gruppo.

Dovresti quindi porti la seguente domanda: "Cosa mi aspetto da me stesso?"

Il famoso neurologo Victor Frankl spiega quanto possano essere importanti le alte aspettative in questo brillante video clip che ti invito a guardare.


Quando trattiamo l'uomo così com'è, lo rendiamo peggio di lui; quando lo trattiamo come se fosse già ciò che potenzialmente potrebbe essere, lo rendiamo quello che dovrebbe essere.
- Johann Wolfgang von Goethe

Ciò che Frankl sta dicendo è che puoi scegliere tu la grandezza per la tua vita. Raggiungere il tuo pieno potenziale non è qualcosa che accade per puro caso, ma piuttosto è il risultato di un cammino verso una destinazione che è al di là di quello che tipicamente cerchi di raggiungere.

La maggior parte delle persone si accontenta di obiettivi normali semplicemente perché è "ragionevole". Nasce così una competizione per cose su cui non vale davvero la pena lottare. In altre parole, tutti si battono per ottenere risultati mediocri.

Se punti a qualcosa che è totalmente fuori dal comune, tuttavia, troverai pochissime persone che stanno facendo la stessa cosa.

Di conseguenza, c'è una certa magia nella scelta di obiettivi molto difficili. Se scegli questi, spesso sono meno difficili da raggiungere di quanto si pensi.

Detto questo, non tutti gli obiettivi prefissati dovrebbero essere così ambiziosi.

Quali obiettivi dovrebbero essere molto ambiziosi?

Parlo spesso del potere delle piccole vittorie e delle abitudini quotidiane, quindi potresti essere confuso nel sentirmi parlare di quanto possano essere meravigliosi obiettivi grandi e molto sfidanti.

Non ti preoccupare, non abbandono il concetto.

Resto del parere che concentrarsi sulla costruzione di abitudini quotidiane ripetibili è il più delle volte la soluzione migliore; ciò è particolarmente vero se stai cercando di fare qualcosa di nuovo. Se vuoi costruire una nuova identità per te stesso, allora dovresti iniziare in piccolo perchè questo pone sempre le basi per raggiungere risultati migliori più avanti. Stabilire obiettivi troppo ambiziosi raramente funziona meglio che concentrarsi sulla costruzione di una identità vincente.

Quindi, quando è una buona idea scegliere obiettivi tanto ambiziosi? Secondo me quando hai bisogno del permesso per fare qualcosa.

Com'è un obiettivo molto ambizioso

Vorrei condividere con te una esperienza personale.

Al termine della mia carriera da calciatore, avevo un grande sogno: andare a visitare il luogo dove il calcio manifesta la sua più grande espressione, ovvero la "cantera" del Barcellona, il luogo dove sono nati i migliori giocatori del mondo. Un obiettivo normale presuppone di fare una visita guidata sul posto magari durante una vacanza in Spagna.  

Decisi, tuttavia, di provare qualcosa di audace. Ho telefonato a qualche mio vecchio allenatore e ho chiesto se conoscevano qualcuno che mi permettesse di fare una visita e un soggiorno privato.

Sono così riuscito a soggiornare alla "cantera", stare nei campi una settimana a contatto con gli allenatori e i formatori delle giovani promesse spagnole ... una esperienza entusiasmante.

Ora potresti pensare che questa sia un'esperienza fortunata, ma il punto è che chiedere il permesso di fare qualcosa di totalmente irragionevole è spesso più possibile di quanto pensi perché non stai competendo con nessun altro.

Se vuoi costruire una nuova identità per te stesso, allora dovresti iniziare in piccolo. Ma se hai un obiettivo che richiede l'approvazione di qualcun altro, allora dovresti provare qualcosa di audace perché la concorrenza è praticamente inesistente.

Continuerò a predicare il potere delle buone abitudini, ma c'è comunque una cosa che devi sapere ...

Fallire non è la fine di tutto

Quando persegui un obiettivo, non importa quanto sia grande o piccolo, ricorda di apprezzare quanto sei arrivato lontano.

La prima cosa che molti di noi fanno quando non riusciamo a raggiungere gli obiettivi più alti che ci prefiggiamo è sentirsi depressi perché abbiamo fallito. Io faccio fatica tanto quanto chiunque altro.

La verità, però, è che anche se non raggiungiamo mai i nostri obiettivi più grandi, siamo diventati molto meglio di come eravamo prima. Questo è esattamente ciò di cui parlava Victor Frankl nel video qui sopra.

È molto difficile fallire completamente, se miri abbastanza in alto. Ma è molto facile sentirsi depressi, anche se sei diventato molto meglio di quanto non fossi all'inizio.

Quando raggiungi parzialmente obiettivi molto ambiziosi, non puoi essere deluso del fatto che ci sei riuscito solo a metà perché sei comunque arrivato più lontano di quanto avresti fatto se avessi impostato obiettivi più bassi all'inizio.

Se hai intenzione di perseguire obiettivi audaci e vuoi rimanere felice, non devi avere nè una prospettiva di successo nè di fallimento. Fai del tuo meglio per diventare migliore e sii grato per quello che ottieni lungo il cammino.

Marco Bertan