Perché è così difficile attenersi alle buone abitudini?

27 Gennaio 2020
Perché è così difficile attenersi alle buone abitudini?

Ti è mai capitato di prefissarti l'obiettivo di instaurare una nuova abitudine e poi ritrovarti a fermarti già una settimana dopo?

Sono certo di sì!

Ma perché quindi è così difficile formare buone abitudini? Perché è così difficile apportare dei cambiamenti in maniera sistematica? Perchè nonostante le nostre migliori intenzioni per migliorare, non riusciamo a vedere progressi significativi?

E, soprattutto, c'è qualcosa che possiamo fare al riguardo?

Partiamo da un concetto importante: gli obiettivi della tua vita non sono le tue abitudini


I tuoi ambiziosi obiettivi di vita sono favolosi. Sono orgoglioso che tu li abbia. Ma è possibile che quegli obiettivi siano in realtà progettati per distrarti dalla cosa che ti spaventa davvero: uscire dalle tue abitudini quotidiane ... perchè  significherebbe ricostruire l'immagine che hai di te.
- Seth Godin

Tutti abbiamo speranze e sogni (se non ne hai, probabilmente non sei il tipo di persona adatta a leggere questo articolo). E il più delle volte, abbiamo almeno un senso generale di quali siano questi obiettivi: la buona salute e la forma fisica; il rispetto che vogliamo ricevere dalle persone; la nuova attività che vogliamo iniziare; le relazioni con la nostra famiglia e i nostri amici; l'amore per la vita.

Nel complesso, questa è una buona cosa. È bello sapere cosa vuoi e avere obiettivi ti dà un senso di direzione e scopo. Tuttavia, c'è anche la possibilità che le tue speranze e i tuoi sogni in realtà ti sabotino dal diventare migliore: i tuoi desideri possono facilmente indurti a fare il passo più lungo della gamba.

Sai esattamente cosa intendo ...

- Decidi di andare in palestra, ti spacchi i muscoli fino al punto di non riuscire più ad alzare nemmeno una penna, per poi stare fermo i successivi tre mesi per riprenderti.

- Cominci a scrivere il libro dei tuoi sogni durante il fine settimana per poi  tornare al tuo lavoro di lunedì e non scrivere più nemmeno una riga.

- Sei entusiasta dai racconti dei tuoi amici riguardo ai loro viaggi attorno al mondo, inizi a pianificare il tuo nuovo viaggio, per finire poi sopraffatto da tutti i dettagli e rimanere a casa.

Troppo spesso, lasciamo che le nostre motivazioni e desideri ci spingano in una frenesia tale da voler risolvere il nostro problema in una sola volta invece di iniziare una piccola, nuova routine.

Lo so, lo so. Non è così entusiasmante come dire che hai perso 30 chili in 3 mesi. Ma la verità è questa: i sogni che hai sono molto diversi dalle azioni che ti porteranno lì.

Quindi, come possiamo bilanciare il nostro desiderio di fare cambiamenti che trasformano la nostra vita con la necessità di costruire abitudini piccole e sostenibili?

E' la domanda giusta da porsi ... bravo!


Sogna in grande, ma inizia in piccolo

Se sei seriamente intenzionato a fare un vero cambiamento - in altre parole, se sei seriamente intenzionato a fare le cose meglio di come le fai ora - allora devi iniziare in piccolo.

Pensa a delle abitudini tipiche, buone o cattive che siano: lavarsi i denti, indossare la cintura di sicurezza, mangiarti le unghie.

Queste azioni sono abbastanza piccole da non pensarci nemmeno. Le fai semplicemente in automatico. Sono piccole azioni che diventano schemi ricorrenti.

Se vogliamo formare nuove abitudini, il modo migliore per iniziare è fare piccoli cambiamenti affinchè il nostro cervello possa rapidamente apprendere e ripetere automaticamente!

E se iniziassi a ripensare ai tuoi obiettivi di vita, non come a cose grandi e dirompenti che puoi raggiungere solo quando è il momento giusto o quando hai risorse migliori o quando finalmente cogli la tua grande occasione ... ma invece come piccoli comportamenti quotidiani che sono così spesso ripetuti fino a diventare automatici?

E se ad esempio perdere 50 chili non dipendesse dal fatto che un ricercatore scoprisse la dieta perfetta o che tu trovassi una dose sovrumana di forza di volontà, ma dipendesse da una serie di piccole abitudini che puoi sempre controllare? Abitudini come camminare per 20 minuti al giorno, bere 8 bicchieri d'acqua al giorno, mangiare due pasti anziché tre?

Penso che la seguente citazione di BJ Fogg, un professore di Stanford, riassuma bene questo concetto.


Se pianti il ​​seme giusto nel punto giusto, crescerà senza particolari problemi.
Credo che questa sia la migliore metafora per creare abitudini.
Il "seme giusto" è il piccolo comportamento che scegli. Il "punto giusto" è quello che avviene dopo. La parte "persuasiva" sta amplificando la motivazione, che penso non abbia nulla a che fare con la creazione di abitudini. In effetti, concentrarsi sulla motivazione come chiave delle abitudini è assolutamente sbagliato.
Consentitemi di essere più esplicito: se scegli il giusto piccolo comportamento e implementi  nel modo giusto, non dovrai motivarti per farlo crescere. Accadrà naturalmente, come un buon seme piantato in una buona posizione.
—BJ Fogg

Fantastico, non trovi?

L'approccio tipico è quello di partire a mille sorretti da una nuova o rinnovata motivazione, per poi fallire rapidamente e desiderare di avere più forza di volontà man mano che la nuova abitudine naufraga. Io suggerisco di guadare in acque poco profonde, andando lentamente più in profondità fino a raggiungere il punto in cui si può nuotare, a prescindere che tu sia motivato o meno.


Concentrati sullo stile di vita, non sul cambiamento di vita.

Troppo spesso siamo ossessionati dal fare trasformazioni che cambiano la vita.

- Perdere 50 chili è un cambiamento di vita, bere 8 bicchieri d'acqua al giorno è un nuovo stile di vita.

- Pubblicare il tuo primo libro è un cambiamento di vita, scrivere un pezzo di articolo ogni giorno è un nuovo stile di vita.

- Correre una maratona è un cambiamento di vita, correre 3 giorni alla settimana è un nuovo stile di vita.

- Guadagnare 20.000 euro in più ogni anno è un cambiamento di vita, lavorare 5 ore alla settimana in più come libero professionista è un nuovo stile di vita.

- Sollevare 100 kg alla pressa è un cambiamento di vita, allenarsi con i pesi 3 giorni alla settimana è un nuovo stile di vita.

Cogli la differenza?

Gli obiettivi della vita sono certamente importanti, perché forniscono direzione, ma possono anche portarti a fare più di quanto sia nelle tue corde.


Le abitudini quotidiane - piccole routine ripetibili - sono ciò che rendono i grandi sogni realtà.

Marco Bertan

P.s. Se vuoi approfondire i concetti che stanno dietro alla creazione di nuove abitudini, dai un'occhiata al mio ebook scaricabile gratuitamente a questo link.